Dal 24 gennaio al 17 aprile, presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze (via dell’Oriuolo 24), si terrà una serie di eventi pensati per nutrire sia la mente sia il corpo. Il tutto, al contempo, aiutando concretamente il Sud del Mondo.

Quattro date per altrettante conferenze dell’associazione Transafrica, a partire da venerdì 24 gennaio fino a venerdì 17 aprile. Dopo le conferenze, aperitivi a base di prodotti del Commercio Equo e Solidale.

Il programma in dettaglio:

24 gennaio ore 18

ATLANTE DELLE GUERRE

Cause e conseguenze dei conflitti africani.

Nell’edizione numero nove dell’ Atlante delle guerre e dei conflitti – Terra Nuova edizioni 2019 – realizzata come ogni anno da un gruppo di giornalisti, fotografi e attivisti dell’informazione, si trovano le schede conflitto aggiornate delle 30 tra guerre e conflitti in corso, focus sulle 18 situazioni di crisi, oltre alle schede collegate ad alcune macroaree interessate da tensioni e difficoltà.

Presenta il volume Alice Pistolesi, giornalista.

21 febbraio ore 18

SE IL MARE FINISCE

Racconti multimediali migranti. Antologia dei racconti finalisti del concorso DiMMi, Diari Multimediali Migranti 2018 Terre di Mezzo Editore.

Senza testimoni la verità si può manipolare e, infine, si perde. Un coro di undici storie compone una memoria collettiva in cui riconoscerci tutti umani, al di là delle frontiere. Sono le voci di uomini e donne che riscattano dall’oblio le loro vicende di migrazione e ce ne fanno dono. A cura dell’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.

27 marzo ore 18

BICI IN DIREZIONE SUD

Dal Monferrato a Città del Capo

“Di cosa necessita una persona che arriva in un luogo a lui sconosciuto, da una situazione difficile, magari con un lungo viaggio alle spalle? Probabilmente ha fame, deve riposare, o ha freddo. Ma soprattutto ha bisogno di qualcuno che gli scaldi il cuore, magari che gli rivolga la parola e gli regali un sorriso”.
Filippo Graglia – ingegnere aerospaziale di Castelnuovo don Bosco (AT)- dopo 613 giorni di viaggio, 25.000 chilometri percorsi e 21 stati attraversati, ci racconta il suo viaggio in solitaria attraverso l’Africa, evitando le vie principali di comunicazione e cercando percorsi sterrati in zone rurali, alla ricerca di momenti di vita autentica per penetrare nel cuore dell’Africa con un viaggio “all’antica”, scoprendo così il valore e la necessarietà dell’accoglienza.

17 aprile ore 18

IL CASCO DI SUGHERO

Gli italiani alla conquista dell’Africa di Alfredo Venturi. Interviene Nicola Labanca, storico (Università di Siena)

[…] L’ultima a occupare il suo posto a tavola è una nazione antica che da poco si è concretizzata in uno stato unitario, scaturito da un brillante connubio d’insurrezione popolare e sapienza diplomatica. Il suo assetto è ancora da consolidare ed è assillata da pressanti problemi interni, ma intanto vuole rifarsi dopo il lungo digiuno e reclama la sua parte di mondo.
Alfredo Venturi è nato a Bologna oggi vive in Toscana. Come giornalista (il Resto del Carlino, La Stampa, Corriere della Sera) ha lavorato in Italia e all’estero. Ha trascorso in Germania il decennio che comprende la riunificazione. Autore di numerosi saggi di ricerca e divulgazione storica.
Nicola Labanca Professore ordinario di storia Contemporanea presso l’Università di Siena. Tra le sue più note pubblicazioni Oltremare.

Storia dell’espansione coloniale italiana, La guerra italo-austriaca (1915-1918) e La guerra italiana per la Libia. 1911-1931.

0