Eventi

22-28 aprile: torna la Fashion Revolution

Il 24 Aprile 2013, 1129 persone morirono (e molte altre rimasero) ferite nel crollo del complesso produttivo di Rana Plaza, a Dhaka, in Bangladesh.

L’edificio, di otto piani, ospitava diversi stabilimenti tessili assoldati da prestigiosi marchi occidentali di abbigliamento. Nel momento in cui le crepe comparvero nell’edificio, l’avviso di abbandonarlo fu ignorato dai proprietari delle fabbriche tessili. Ai lavoratori fu, infatti, ordinato di tornare il giorno successivo, giorno in cui l’edificio collassò.

Per ricordare quelle vittime e per chiedere al mondo della moda un impegno concreto a rendere sostenibile l’intera filiera è nato Fashion Revolution, un movimento globale che chiede al mondo della moda maggiore trasparenza e il rispetto dei diritti umani.

Quest’anno la Fashion Revolution Week è dal 22 al 28 aprile. In Italia Altromercato, AltraQualità ed Equo Garantito sostengono l’iniziativa, e invitano i consumatori ad informarsi ed agire.

Come sostenere la Fashion Revolution

Si può partecipare alla campagna con tre semplici gesti:

♦ Indossare gli abiti al contrario, con l’etichetta bene in vista;

♦ Fotografarsi e condividi le foto attraverso i social media con l’hashtag #WhoMadeMyClothes e #FashRev;

♦ Menzionare Altromercato, altraQualità e Equo Garantito per essere ripreso sui rispettivi canali social.

Per chi volesse dare un contributo ancor più incisivo, il 23 e il 24 aprile può venire in bottega e fotografarsi con il cartello ufficiale della campagna.