Senza categoria

Il regalo di Natale? Equo e solidale

Il Natale rappresenta forse il più grande capolavoro creato dal mondo industriale e commerciale dell’occidente. Festa teoricamente religiosa, istituita per celebrare la nascita di quel Gesù Cristo che predicava la povertà e il rifiuto del consumismo, ad oggi il Natale è diventato il trionfo dell’esatto contrario: un’occasione per dare e ricevere regali spesso inutili, consegnati più che altro per ottemperare ad un obbligo sociale.

Esiste però un modo per prendere parte a questo rituale collettivo in modo critico e sostenibile:  scegliere prodotti del Commercio equo e solidale.

Farlo significa sostenere attività economiche sane, fondate sul rispetto dei diritti dei lavoratori e della sostenibilità ambientale. Significa avere la garanzia di regalare prodotti -siano essi alimentari, cosmetici o artigianato- di qualità, certificati da organizzazioni terze credibili.
E può significare, al tempo stesso, dire “no” al modello economico mainstream che fu meravigliosamente riassunto nel celebre aforisma di Will Rogers: 

persone che spendono soldi che non hanno, per comprare beni che non vogliono, per impressionare persone che non amano

I presepi

I presepi sono una tradizione nazionale, e da noi se ne possono trovare di ogni tipo e per tutti i gusti. Fatti a mano, provenienti perlopiù dal Sud del Mondo e reinterpretati secondo le culture e tradizioni locali. Eccone giusto alcuni:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Confezioni regalo Altromercato

Le confezioni regalo Altromercato sono un classico. I nomi di persona con cui si identificano richiamano esperienze di vita reali, di uomini e donne che lavorano nelle cooperative o nelle piccole imprese dei Paesi in cui operano. Di seguito ne elenchiamo alcune (qui il catalogo completo).

 

Filippo:

 


PRENOTA ORA

 


Pablo
:

 


PRENOTA ORA

 


Pietro:

PRENOTA ORA


Ruth:

PRENOTA ORA

 


Pascal:

PRENOTA ORA

 


Shadi:

PRENOTA ORA


Zoran
:

PRENOTA ORA