Fair Trade Egypt

A cura di: Marco Bellucci

Introduzione

Il progetto “Comunità, Artigiani, Mercato“- terza fase del Marketing Link Program - ha l'obiettivo di fornire un contributo alla riduzione del livello di povertà dei produttori artigianali egiziani, facilitandone l’accesso a stabili ed efficienti servizi di supporto alla loro attività, basati sui principi del Commercio equo e solidale.

I soggetti che hanno dato vita al progetto di sviluppo Marketing Link Program, sono:

COSPE inizia le proprie attività di cooperazione in Egitto nel 1998, in collaborazione con North South Consultancy Exchange, con piccoli interventi di sviluppo sostenibile:

Da questa collaborazione nasce, nel 1999, l'Egypt Craft Center (ECC) – oggi Egypt Craft Center / Fair Trade Egypt (ECC/FTE),una struttura che vende al Cairo i prodotti di più di una trentina di gruppi di artigiani disseminati in tutto l'Egitto.

Il Villaggio dei Popoli rappresenta un anello importante nella filiera del progetto: importando e vendendo i prodotti degli artigiani sostenuti da Fair Trade Egypt, la cooperativa contribuisce alla continuità del progetto fornendo uno sbocco commerciale sul mercato italiano e aderendo nel contempo ai concetti di prefinanziamento e di sensibilizzazione sugli obiettivi del progetto.

Il progetto e i suoi obiettivi

L’obiettivo del progetto è duplice:

Il progetto assiste gruppi di artigiani in varie zone dell'Egitto, soprattutto le più marginalizzate, dove i produttori di oggetti tradizionali sono stati duramente colpiti da processi di industrializzazione e di globalizzazione, trovandosi ai margini della vita economica e della società. Alcuni di essi, come le donne beduine di Marsa Alam, vivono lontano dai mercati. Altri, come i produttori di terracotta di Nazlao o i tessitori di Akhmim, hanno perso il loro spazio sui mercati locali a causa della produzione di massa di articoli industriali a basso costo e sono finti al di sotto della soglia di povertà.

Originariamente i prodotti artigianali tradizionali erano utilizzati soprattutto all’interno delle comunità di appartenenza dei produttori. Con la diffusione di manufatti industriali altamente competitivi, il legame funzionale fra gli artigiani e l’ambiente sociale è scomparso. Per gli artigiani questo ha significato riduzione delle lavorazioni, perdita del proprio mercato e quindi di un’essenziale fonte di reddito.

Azioni concrete

Per raggiungere il primo obiettivo, (sostenere e rafforzare i piccoli artigiani), il progetto realizza corsi di formazione e di assistenza tecnica adattati alle specifiche esigenze dei produttori beneficiari; fornisce prefinanziamenti per l'acquisto di piccole attrezzature e di materie prime per la produzione; cerca di coinvolgere un numero sempre maggiore di gruppi e di contribuire a formarne di nuovi. I soggetti a cui si rivolge il progetto sono i gruppi più vulnerabili della società: donne, giovani, disoccupati.

Il progetto opera su tre aree di intervento - produzione, organizzazione, mercato - realizzando una serie di attività (formazione, assistenza tecnica, credito per il prefinanziamento della produzione, ricerca, promozione) rivolte a:

Per il secondo obiettivo (fornire ai produttori un canale di marketing e di vendita), nel 1999 viene creato l'Egypt Craft Center, con l'obiettivo di trasformarlo in una vera e propria organizzazione di commercio equo e solidale e sostenere i produttori nella produzione, vendite e diversificazione dei prodotti.

ECC/FTE quindi costituisce per molti artigiani un importante canale di sbocco sul mercato nazionale e internazionale e, grazie ai principi del commercio equo e solidale, i produttori ricevono un prezzo equo per i loro lavoro e i clienti ottengono informazioni sugli artigiani, sui prodotti e sul Fair Trade.

I prodotti commercializzati da ECC/FTE sono sempre corredati da informazioni sui produttori e ambiente in cui operano, luogo di provenienza, processo di produzione e storia dei prodotti. I clienti sono così consapevoli del valore aggiunto del proprio acquisto, del contributo che esso rappresenta per l’artigiano, la sua famiglia, la sua comunità.

I produttori

I gruppi di artigiani implicati nel progetto sono più di trenta, distribuiti in tutto il territorio egiziano. Il modo migliore per avere maggiori informazioni è recarsi sul sito web di Fair Trade Egypt alla pagina Artisans.

Per fare alcuni esempi, ecco alcuni prodotti importati dalla nostra cooperativa:

Prezzo trasparente

Nel caso dei prodotti importati da Fair Trade Egypt, le percentuali di incidenza della varie voci sul prezzo finale sono le seguenti:

Produttore   
33%
Trasporti
6%
Import
19%
Bottega
25%
Tasse
17%